COeXIST

.
improvvisaMente
presenta
.
CO-EXIST
.
Danza: Carla Onni
Musica: Silvia Corda
Costume: Salvatore Aresu
.
Co-produzione improvvisaMente e Teatro dallarmadio
.
.
Co-exist è un lavoro sulla natura, intesa come forza che scorre e che muove tutto. Natura all’interno della quale ogni cosa Coesiste , inclusi noi umani . Natura che è esistenza, origine ma anche uscita , esito finale di ogni processo vitale.
.
Il lavoro è una meditazione sulla bellezza alla riscoperta dei ritmi di crescita naturale, come un fiore che trae la forza dalla terra per raggiungere il massimo sviluppo e in questa tensione trova il senso della propria esistenza.
.
“ In quanto presenza ogni essere è virtualmente abitato dalla capacità di bellezza, e sopratutto dal desiderio di bellezza” ( Cinque meditazioni sulla bellezza di Francois Cheng).
.
.
.
Cinque meditazioni sulla bellezza
.
La rosa è senza perchè, fiorisce perchè fiorisce;
senza cura di sé, né desiderio d’esser guardata.
In effetti la rosa è senza perchè, come tutti gli esseri viventi, come tutti noi.
.
In questi tempi di miserie onnipresenti, violenze cieche, catastrofi naturali o ecologiche, parlare di bellezza può sembrare incongruo, sconveniente e persino provocatorio, quasi uno scandalo.
L’universo non è tenuto a essere bello, eppure lo è.
Il male e la bellezza sono i due poli estremi dell’universo vivente, vale a dire della realtà.
E di fronte al male che significa dire che la bellezza salverà il mondo?
Bisogna che gli esseri umani facciano qualcosa di questa bellezza che la natura offre loro.
La vera bellezza risiede prima di ogni altra cosa nel desiderio e nello slancio.
E’ un’accadere, e la dimensione dell’anima è per essa vitale.
Avendo a che fare con l’essere e non con l’avere, la vera bellezza non può mai essere definita come mezzo o strumento.
.
La rosa è senza perchè, fiorisce perchè fiorisce;
senza cura di sé, né desiderio d’esser guardata.
In effetti la rosa è senza perchè, come tutti gli esseri viventi, come tutti noi.
.
.
.
.
.